Varietà Cappelli | Le Stagioni d'Italia
GUARDA IL VIDEO
Varietà
Cappelli
Varietà Cappelli non è solo emblema di gusto e bontà, ma è anche il
protagonista di una rinnovata storia di eccellenza e sostenibilità.
GUARDA IL VIDEO
Varietà
Cappelli
Varietà Cappelli non è solo emblema di gusto e bontà, ma è anche il
protagonista di una rinnovata storia di eccellenza e sostenibilità.
 

Il gusto di un'antica eccellenza


Fino agli anni '60 del secolo scorso la varietà Cappelli è stata il grano duro più diffuso nel nostro Paese, prima di essere sostituito da grani più produttivi e con una maggiore resa per ettaro, rischiando così di scomparire. Ma il suo gusto, e le eccellenti proprietà organolettiche e nutrizionali che l’hanno reso il re dei grani duri italiani… Quelle no, non potevano scomparire! Con una coraggiosa azione di recupero, Le Stagioni d’Italia ha contribuito a far conoscere questo grano e a riscoprire un tassello importante della nostra identità gastronomica.

Il grano Cappelli è unico e spicca trionfale grazie alle sue spighe alte e dorate, che raggiungono fino a 1,80 m di altezza nel momento della maturazione, impreziosite da caratteristici baffi neri che lo rendono inconfondibile.

Scopri i prodotti

Un vero dono
della natura.

 
 

L'alta digeribilità


Il grano Cappelli ha spighe molto alte e radici molto profonde, in grado di raggiungere gli strati più umidi e fertili del terreno, quelli più ricchi di elementi nutritivi. È naturalmente fonte di fibre e proteine, vanta infatti un valore proteico del 15%, contro il 12% medio delle paste prodotte con grani moderni regalando alla pasta un profilo nutritivo molto equilibrato. Inoltre, come emerso da una recente ricerca della Fondazione Policlinico Gemelli, grazie alle sue eccellenti proprietà nutrizionali, è un grano particolarmente adatto anche per chi soffre di ipersensibilità al glutine o colon irritabile. Un vero dono della natura.

 

Scopri le ricette

5 Aprile 2022

Carbonara

Un grande classico della cucina italiana torna sulla tua tavola con Le Stagioni d’Italia.
21 Dicembre 2021

Paccheri con Ragù Bianco di Faraona e Porcini Secchi su Salsa di Porro Dolce

Ricetta Paccheri con Ragù Bianco di Faraona e Porcini Secchi su Salsa di Porro Dolce per 6 persone. […]
18 Novembre 2021

Sformato di Tortiglioni Integrali alla Ricotta con Melanzane e Basilico

Ricetta dello sformato di tortiglioni integrali alla ricotta con melanzane e basilico per 4 persone da preparare in […]
 

Seme selezionato e garantito per una pasta dalle eccellenti proprietà organolettiche


Un’altra, importante certezza: per la nostra pasta impieghiamo 100% grano duro varietà Cappelli che nasce da seme selezionato e certificato da SIS. Solo un seme certificato garantisce che tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali del grano Cappelli non vengano alterate.

La nostra pasta ha un'ottima tenuta in cottura perché l'alto contenuto proteico del grano le permette di intrappolare l’amido e rimanere soda, l'attento processo produttivo ne preserva le qualità e la sapiente lavorazione la rende ruvida e porosa per trattenere al meglio il condimento. Non rimane che gustarla!


 
 

È 100% italiano


Questa varietà di grano così antica, simbolo di tradizione e biodiversità, può essere considerato il papà dei grani duri italiani, perché proprio da sue mutazioni o incroci sono nate molte delle varietà oggi esistenti.

Il grano varietà Cappelli non solo è nato in Italia, ma oggi può essere coltivato solo nel nostro Paese. Lo ha “selezionato” poco più di un secolo fa il geniale agronomo Nazareno Strampelli incrociando diverse varietà di grano per unirne i tratti migliori. Oggi il seme certificato è commercializzato da Società Italiana Sementi (SIS), l’unica a poterlo vendere agli agricoltori. Così nasce un prodotto straordinario, che oggi viene coltivato dai nostri agricoltori con passione e dedizione quotidiane. Le Stagioni d’Italia presidia tutta la filiera produttiva, dal seme fino al confezionamento, e tutte le fasi del processo avvengono nel nostro Paese. Un vero e proprio trionfo dell’Italianità!


Pagina_VarietaCappelli_img04
 

È 100% italiano


Questa varietà di grano così antica, simbolo di tradizione e biodiversità, può essere considerato il papà dei grani duri italiani, perché proprio da sue mutazioni o incroci sono nate molte delle varietà oggi esistenti.

Il grano varietà Cappelli non solo è nato in Italia, ma oggi può essere coltivato solo nel nostro Paese. Lo ha “selezionato” poco più di un secolo fa il geniale agronomo Nazareno Strampelli incrociando diverse varietà di grano per unirne i tratti migliori. Oggi il seme certificato è commercializzato da Società Italiana Sementi (SIS), l’unica a poterlo vendere agli agricoltori. Così nasce un prodotto straordinario, che oggi viene coltivato dai nostri agricoltori con passione e dedizione quotidiane. Le Stagioni d’Italia presidia tutta la filiera produttiva, dal seme fino al confezionamento, e tutte le fasi del processo avvengono nel nostro Paese. Un vero e proprio trionfo dell’Italianità!


Frutto di un'agricoltura sostenibile


Coltiviamo i nostri campi, ma anche qualcosa in più: ce ne prendiamo cura, grazie all’agricoltura di precisione. Usiamo la tecnologia più innovativa e avanzata per dare ai campi quello di cui hanno bisogno nel momento in cui ne hanno bisogno. In questo modo ottimizziamo l’utilizzo delle risorse e riduciamo l’impatto ambientale, dando alla terra solamente l’acqua e il nutrimento di cui ha effettivamente necessità. E con il grano varietà Cappelli la sostenibilità raggiunge livelli ancora più alti, si tratta infatti di una varietà di grano poco esigente poiché resistente alla siccità e con radici molto profonde, caratteristiche che la rendono meno bisognosa d’acqua e quindi già “naturalmente” più sostenibile.

Inoltre, il grano Cappelli non ha bisogno di concimi per crescere ed è per sua natura resistente alle erbe infestanti rendendo necessari pochissimi trattamenti.

La nostra agricoltura di precisione ha effetti non solo sulla qualità delle colture, ma anche sull’utilizzo di risorse scarse come l’acqua, riducendo in maniera importante il nostro impatto ambientale. A Le Stagioni d’Italia l’eccellenza piace così: sostenibile.


Frutto di un'agricoltura sostenibile


Coltiviamo i nostri campi, ma anche qualcosa in più: ce ne prendiamo cura, grazie all’agricoltura di precisione. Usiamo la tecnologia più innovativa e avanzata per dare ai campi quello di cui hanno bisogno nel momento in cui ne hanno bisogno. In questo modo ottimizziamo l’utilizzo delle risorse e riduciamo l’impatto ambientale, dando alla terra solamente l’acqua e il nutrimento di cui ha effettivamente necessità. E con il grano varietà Cappelli la sostenibilità raggiunge livelli ancora più alti, si tratta infatti di una varietà di grano poco esigente poiché resistente alla siccità e con radici molto profonde, caratteristiche che la rendono meno bisognosa d’acqua e quindi già “naturalmente” più sostenibile.

Inoltre, il grano Cappelli non ha bisogno di concimi per crescere ed è per sua natura resistente alle erbe infestanti rendendo necessari pochissimi trattamenti.

La nostra agricoltura di precisione ha effetti non solo sulla qualità delle colture, ma anche sull’utilizzo di risorse scarse come l’acqua, riducendo in maniera importante il nostro impatto ambientale. A Le Stagioni d’Italia l’eccellenza piace così: sostenibile.


 
 

Articoli correlati

5 Aprile 2022

Carbonara

Un grande classico della cucina italiana torna sulla tua tavola con Le Stagioni d’Italia.
18 Marzo 2022

Supplì di Riso Arborio, Zafferano e Prosciutto

Una ricetta sfiziosa e irresistibile per 3 persone con riso Arborio Le Stagioni d’Italia, zafferano, provola e prosciutto.
24 Febbraio 2022

Risotto alla Zucca con Radicchio al Vino Rosso, Cremoso di Pecora e Noci

Ricetta del Risotto alla Zucca con Radicchio al Vino Rosso, Cremoso di Pecora e Noci per 4 persone […]
Italiano